Conclusa 5^ Edizione “Musica contro le mafie” – Premiazione – Bologna 21 Marzo



C.S. Premiazione “Musica contro le mafie” 5^ Edizione – Bologna 21 Marzo  –  Libera contro le mafie ‘Venti Liberi – Memoria e Impegno”
 
banner-premiazione5ed
 
Si è conclusa la 5^ edizione del Premio ‘Musica contro le mafie’ nel contesto di aggregazione e condivisione della XX Giornata della Memoria e dell’Impegno di Libera
Bologna, in occasione dei 20 anni dell’associazione presieduta da Don Luigi Ciotti, è stato il luogo che ha ospitato la Premiazione di “Musica contro le mafie” 
Sono 200mila le persone che hanno marciato nel centro di Bologna con Libera per l’iniziativa di solidarietà alle vittime della mafia. 
La seconda parte della giornata è stata dedicata ai seminari e agli incontri che hanno riempito la città di “cittadini attivi” provenienti da tutt’Italia. 
Un gremito Millennium Club è stato ‘teatro’ della premiazione, preceduta dalla proiezione del documentario “L’Alternativa”, dei partecipanti alla quinta edizione del Premio nazionale “Musica contro le mafie”.
Gennaro de Rosa dell’associazione “Musica contro le mafie” della rete di Libera  e il referente-tutor Sabrina Garofalo del coordinamento di Libera Cosenza, diventati per l’occasione anche “conduttori”,  hanno dato il via al momento delle premiazioni. 
Il Premio “Musica contro le mafie” 5^ edizione, una bellissima opera donata dal Maestro orafo G.B.Spadafora, è stato assegnato alla genovese Valentina Amandolese e ai lucani Renanera
Valentina, autrice del brano vincitore “Fango”, è stata insignita anche dell’importante riconoscimento assegnato dalla campagna contro la corruzione “Riparte il Futuro”Il fango che trasforma inesorabilmente ogni paesaggio, rendendolo desolato e senza vita come metafora di quella commistione di interessi mafiosi ed economici che uccide qualsiasi speranza. Una Speranza che rinasce trasformando la denuncia in impegno per costruire giustizia. 
Intensa e partecipata l’esibizione dei due vincitori che ha visto, la Musica, il più popolare ed universale dei linguaggi, diventare strumento per veicolare messaggi profondi, cantare e suonare desideri di giustizia, per scuotere dall’indifferenza, dall’apatia e dalla rassegnazione.
I premi sono stati consegnati dai ragazzi delle scuole che hanno seguito da vicino, facendo anche da speciale giuria, tutte le fasi del premio di quest’anno; importante l’intervento di Giulia della scuola di Maccarese che ha sottolineato in maniera forte e decisa la differenza fondamentale tra un impegno di facciata e una legalità malleabile e la presa di coscienza e di responsabilità dell’impegno quotidiano di tutti. 
Sono state assegnate anche 2 Menzioni speciali (su segnalazione del Club Tenco, importante partner del premio) ai sardi “Lame a Foglia d’Oltremare” con il brano ‘Pulcinella” e gli abruzzesi “Malamadre” con “Il Tango del Portiere”. 
Assegnati anche i premi dei partner:  Radio Kiss Kiss che ha assegnato il suo riconoscimento a “Nilo” intervistato in diretta dal network nazionale per cogliere le sensazioni a caldo dell’autore del brano “Basta” e l’etichetta discografica MkRecords che produrrà un disco a “Ondanomala – Mimmo Crudo & Lady U”. Di fondamentale importanza e sostegno sono state anche le partnership che hanno accompagnato questa edizione del premio nazionale Smart-it, Medimex-Puglia SoundsBanca Etica e i media partner Radio Kiss Kiss Muzi Kult Magazine. 
 
“La Giornata della Memoria e dell’Impegno, che ormai viviamo da un po di anni, si conferma un fondamentale momento di condivisione. Quest’anno, ancor più coinvolti, abbiamo voluto creare, in questo contesto speciale uno step importante del cammino artistico e soprattutto umano dei partecipanti” dice il coord. di Musica contro le mafie  – “proseguire su questa strada è un nostro dovere e un nostro diritto di cittadini attivi. La “ricarica” dei 200.000 “Noi” di Bologna ha rinnovato la nostra energia e la voglia di proseguire su questo bellissimo percorso di corresponsabilità. Il premio che,  sotto l’egida di Libera consegnamo, non è un semplice oggetto o addirittura un ‘trofeo’ ma solo un ‘testimone” simbolico che ci ricordi del nostro impegno quotidiano.” 
Conclude ricordando che: “Impariamo ogni giorno grazie alle occasioni che stiamo avendo la possibilità di vivere, che ‘Conoscere’ è fondamentale per ‘Distinguere’ ed è sempre un dovere “Distinguere per non Confondere” e, come ci ricorda Don Luigi,  “Il Noi non è un trampolino per L’io” ed è questo il pensiero che ci accompagnerà nella 6^ Edizione che partirà nella prima settimana di Settembre 2015″.
Condividi su...