Premio “MUSICA CONTRO LE MAFIE” 2014 – La Finale Centro/Nord



Si è appena tenuta sabato 13 dicembre 2014 in un caloroso “Vibra Club” di Modena

Serata di musica e spettacolo ma anche di riflessione su memoria, denuncia, giustizia sociale, resistenza e libertà. Sono stati questi gli ingredienti principali che hanno animato la serata del 13 Dicembre 2014.

Finale Nazionale  per il centro/nord del Premio “Musica contro le mafie” tenutasi in un accogliente e caldo ‘Vibra Club’ di Modena.

Il violino di Francesco “Fry” Moneti ha dato il La alla 1^ fase live di “Musica contro le mafie”.  

I due conduttori d’eccezione di questa serata: Dudu e Fry dei Modena City Ramblers.

I “Ramblers” si sono dimostrati fin da subito a proprio agio in questa nuovissima veste diventando veri e propri mattatori della serata con puntualità, partecipazione, competenza e condivisione delle tematiche. Dudu e Fry  hanno condotto la serata annunciando e guidando il pubblico in un piacevole e leggero viaggio di quasi due ore tra impegno antimafia e legalità attraverso la musica

I cinque finalisti, candidati al “Premio 2015“, a parte la defezione degli “Zero Plastica” avvenuta per seri motivi,  si sono avvicendati sul palco con performance sentite e partecipate. 

I primi a calcare lo storico palco del “Vibra” sono stati i “Suoni Fuori le Mura”, numerosissimo collettivo di Fondi (LT), con il brano “Ostaggi”; L’ “Ondanomala” di Mimmo Crudo e Lady U ha continuato a scaldare il pubblico con “Salta Anita”;  “Valentina Amandolese”, da Genova, con un particolarissimo live-set ha ha proposto: “Fango” e infine la band sarda dei “Lame a Foglia d’Oltremare” nel loro dialetto con venature partenopee  con “Pulcinella”.

Le esibizioni dei Finalisti sono state accompagnate, oltre che dai due presentatori d’eccezione e dalle loro domande dalle performance dei due ospiti della serata : Mattia Barro de “L’Orso” e il rapper “Kiave”.

La voce della band “L’Orso”, propone una selezione di brani del proprio repertorio, con una esecuzione fatta di rock 2.0 tirato e graffiante.

La chiusura della speciale serata è affidata alla sensibilità combattiva, poetica e profonda e di Mirko Kiave. Il Rapper di origini calabresi, tra i sostenitori più entusiasti del progetto ‘Musica contro e mafie’, ha dato uno scossone alla platea in perfetto stile Hip-Hop. 

I giurati in sala hanno espresso le loro preferenze che si andranno a sommare a quelle della finale Centro/Sud del 27 Gennaio 2015 al PTU Teatro dell’ Università della Calabria a Rende (CS)

I risultati e i nomi dei 2 nuovi artisti vincitori del “Premio Musica contro le mafie 2014″ saranno resi pubblici subito dopo la 2^ finale insieme alle menzioni e ai premi speciali dei partner. 

…Quando abbiamo incontrato Don Ciotti, mentre giravamo il documentario ‘L’Alternativa’, ci ha detto che aveva apprezzato molto questo mettere insiememusicisti per costruire legalità, per costruire più partecipazione, per favorire forme di protagonismo come attenzione agli altri, per dare una mano a far capire a tante persone che è importante spendere ‘Non la Vita per L’io ma L’io per la Vita’…” dice il coord. di “Musica contro le mafie” Gennaro de Rosa “…il premio, già dalle prime battute e ora con la prima finale, ci da conferma di essere un contesto nel quale i partecipanti vivono questa esperienza per creare unione e aggregazione e non per gareggiare o fronteggiarsi..”

Il prossimo appuntamento è, quindi, alla 2^ finale, quella del centro/sud proseguendo questo percorso che porta al 21 Marzo 2015 a Bologna alla 20^ giornata della memoria e dell’impegno di Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie)

Il Premio “Musica contro le mafie 2014″ gode del supporto di Club Tenco, Radio KissKiss, SMart-it, MKrecords, Banca Etica, Medimex-Puglia Sounds, Riparte il Futuro, Muzi Kult e Spadafora (maestri orafi realizzatori del premio).  

 

Condividi su...